Manuale di Debian Live

A proposito

1. A proposito di questo manuale

1.1 Per gli impazienti
1.2 Glossario
1.3 Autori
1.4 Contribuire a questo documento
1.4.1 Applicare le patch
1.4.2 Traduzione

2. A proposito del progetto Debian Live

2.1 Motivazioni
2.1.1 Cosa c'è di sbagliato con gli attuali sistemi live
2.1.2 Perché creare il proprio sistema live?
2.2 Filosofia
2.2.1 Solamente pacchetti ufficiali inalterati
2.2.2 Nessun pacchetto di configurazione per il sistema live
2.3 Contatti

Utente

3. Installazione

3.1 Requisiti
3.2 Installare live-build
3.2.1 Dal repository Debian
3.2.2 Da sorgenti
3.2.3 Da 'istantanee'
3.3 live-boot e live-config
3.3.1 Dal repository Debian
3.3.2 Da sorgenti
3.3.3 Da 'istantanee'

4. Nozioni di base

4.1 Che cos'è un sistema live?
4.2 Primi passi: creare un'immagine ISO
4.2.1 Provare un'immagine ISO con Qemu
4.2.2 Provare un'immagine ISO con virtualbox-ose
4.2.3 Masterizzare un'immagine ISO su un supporto fisico
4.3 Creare un'immagine USB/HDD
4.3.1 Copiare un'immagine USB/HDD su una penna USB
4.3.2 Provare un'immagine USB/HDD con Qemu
4.3.3 Usare lo spazio rimanente su una penna USB
4.4 Creare un'immagine netboot
4.4.1 Server DHCP
4.4.2 Server TFTP
4.4.3 Server NFS
4.4.4 Come provare una netboot
4.4.5 Qemu
4.4.6 VMWare Player

5. Panoramica degli strumenti

5.1 live-build
5.1.1 Il comando lb config
5.1.2 Il comando lb build
5.1.3 Il comando lb clean
5.2 Il pacchetto live-boot
5.3 Il pacchetto live-config

6. Gestire una configurazione

6.1 Utilizzare auto per gestire i cambiamenti di configurazione
6.2 Esempi di auto script

7. Panoramica sulla personalizzazione

7.1 Configurazione in fase di compilazione e di avvio
7.2 Fasi della creazione
7.3 Integrare la configurazione di lb con dei file
7.4 Personalizzazione dei compiti

8. Personalizzare l'installazione dei pacchetti

8.1 Sorgenti dei pacchetti
8.1.1 Distribuzione, le aree di archivio e le modalità
8.1.2 Mirror delle distribuzioni
8.1.3 Mirror delle distribuzioni usati in fase di compilazione
8.1.4 Mirror delle distribuzioni usate durante l'esecuzione
8.1.5 Repository addizionali
8.2 Scegliere i pacchetti da installare
8.2.1 Scegliere pochi pacchetti
8.2.2 Elenchi di pacchetti
8.2.3 Elenchi predefiniti di pacchetti
8.2.4 Elenchi locali dei pacchetti
8.2.5 Elenchi locali di pacchetti binari
8.2.6 Estendere un'elenco di pacchetti usando gli include
8.2.7 Usare condizioni all'interno degli elenchi di pacchetti
8.2.8 Task
8.2.9 Task per desktop e lingua
8.3 Installare pacchetti modificati o di terze parti
8.3.1 Utilizzare chroot_local-packages per installare pacchetti personalizzati
8.3.2 Utilizzare un repository APT per installare pacchetti personalizzati
8.3.3 Pacchetti personalizzati e APT
8.4 Configurare APT in fase di costruzione
8.4.1 Scegliere apt o aptitude
8.4.2 Utilizzare un proxy con APT
8.4.3 Modificare APT per risparmiare spazio
8.4.4 Passare opzioni ad apt o aptitude
8.4.5 APT pinning

9. Personalizzazione dei contenuti

9.1 Include
9.1.1 Live/chroot include locali
9.1.2 Include locali binari
9.1.3 Include binari
9.2 Hook
9.2.1 Live/chroot hook locali
9.2.2 Hook in fase di avvio
9.2.3 Hook binari locali
9.3 Preconfigurare le domande di Debconf

10. Personalizzare i comportamenti durante l'esecuzione

10.1 Personalizzare l'utente live
10.2 Personalizzare la localizzazione e la lingua
10.3 Persistenza
10.3.1 Persistenza completa
10.3.2 Mount automatico della home
10.3.3 Istantanee
10.3.4 Sottotesto persistente
10.3.5 Rimasterizzazione parziale

11. Personalizzare l'immagine binaria

11.1 Bootloader
11.2 Metadati ISO

12. Personalizzare il Debian Installer

12.1 Tipologie del Debian Installer
12.2 Personalizzare il Debian Installer con la preconfigurazione
12.3 Personalizzare il contenuto del Debian Installer

Progetto

13. Segnalare bug

13.1 Problemi noti
13.2 Ricostruire da zero
13.3 Usare pacchetti aggiornati
13.4 Raccogliere informazioni
13.5 Se possibile isolare il caso non andato a buon fine
13.6 Segnalare il bug del pacchetto giusto
13.6.1 Durante la compilazione mentre esegue il bootstrap
13.6.2 Durante la compilazione mentre installa i pacchetti
13.6.3 In fase di avvio
13.6.4 In fase di esecuzione
13.7 Fare la ricerca
13.8 Dove segnalare i bug

14. Lo stile nello scrivere codice

14.1 Compatibilità
14.2 Rientri
14.3 Ritorno a capo
14.4 Variabili
14.5 Varie

15. Procedure

15.1 Aggiornamenti degli udeb
15.2 Rilasci importanti
15.3 Rilasci minori
15.3.1 Modello per l'annuncio di un rilascio minore.

Esempi

16. Esempi

16.1 Usare gli esempi
16.2 Tutorial 1: un'immagine standard
16.3 Tutorial 2: servizio browser web
16.4 Tutorial 3: un'immagine personalizzata
16.4.1 Prima revisione
16.4.2 Seconda revisione
16.5 Un client Kiosk VNC
16.6 Un'immagine base per una chiavetta USB da 128M
16.7 Un desktop KDE localizzato e l'installer

Manuale di Debian Live

Utente

5. Panoramica degli strumenti

Questo capitolo contiene una panoramica dei tre principali strumenti utilizzati nella creazione dei sistemi Debian Live: live-build, live-boot e live-config.

5.1 live-build

live-build è una raccolta di script, chiamati anche "comandi", usati per creare sistemi Debian Live.

L'idea dietro live-build è di essere un'infrastruttura che utilizza una directory di configurazione per automatizzare totalmente e personalizzare tutti gli aspetti della creazione di un'immagine live.

Molti concetti sono simili a quelli negli strumenti del pacchetto Debian debhelper scritto da Joey Hess:

  • Gli script hanno una locazione centrale per configurare le loro operazioni, in debhelper questa è la sottodirectory debian/ dell'albero di un pacchetto. Ad esempio dh_install cercherà, tra gli altri, un file chiamato debian/install per determinare quali file dovrebbero esistere in un certo pacchetto binario. Allo stesso modo, live-build salva la sua configurazione interamente in una sottodirectory config/.
  • Gli script sono indipendenti, vale a dire che è sempre sicuro eseguire ogni comando.
  • Al contrario di debhelper, live-build contiene uno strumento per generare una directory scheletro di configurazione, lb config, che può essere considerato simile a utilità come dh-make. Per maggiori informazioni su lb config si veda Il comando lb config.

    Il resto di questa sezione tratta i tre comandi più importanti:

  • lb config: responsabile dell'inizializzazione di una directory di configurazione del sistema live. Si veda Il comando lb config per maggiori informazioni.
  • lb build: responsabile di iniziare la creazione di un sistema live. Si veda Il comando lb per maggiori informazioni.
  • lb clean: responsabile della rimozione di parti della creazione di un sistema live. Si veda Il comando lb clean per maggiori informazioni.
  • 5.1.1 Il comando lb config

    Come discusso in live-build, gli script che compongono live-build attingono la loro configurazione da una singola directory chiamata config/. Dal momento che crearla a mano sarebbe dispendioso in termini di tempo e soggetto a errori, si può usare il comando lb config per creare la directory scheletro di configurazione.

    L'esecuzione di lb config senza argomenti crea una sottodirectory di config/ popolata con alcune impostazioni predefinite:

       $ lb config
       P: Creating config tree

       $ ls -l
       total 8
       drwxr-xr-x  3 user user 4096 Sep  7 13:02 auto
       drwxr-xr-x 22 user user 4096 Sep  7 13:02 config

       $ ls -l config/
       total 104
       -rw-r--r-- 1 user user 4197 Sep  7 13:02 binary
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_debian-installer
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_debian-installer-includes
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_grub
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_local-debs
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_local-hooks
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_local-includes
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_local-packageslists
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_local-udebs
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_rootfs
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 binary_syslinux
       -rw-r--r-- 1 user user 2051 Sep  7 13:02 bootstrap
       -rw-r--r-- 1 user user 1647 Sep  7 13:02 chroot
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_apt
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-hooks
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-includes
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-packages
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-packageslists
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-patches
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_local-preseed
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 chroot_sources
       -rw-r--r-- 1 user user 2954 Sep  7 13:02 common
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 includes
       -rw-r--r-- 1 user user  205 Sep  7 13:02 source
       drwxr-xr-x 2 user user 4096 Sep  7 13:02 templates

    L'uso di lb config senza argomenti è adatto ad utenti che necessitano di un'immagine di base o che intendono fornire in seguito una configurazione più completa tramite auto/config (per i dettagli vedere Gestire una configurazione).

    Normalmente si vorranno specificare delle opzioni, ad esempio per includere nella propria configurazione l'elenco del pacchetto "gnome":

       $ lb config -p gnome

    È possibile specificare molte opzioni, come:

       $ lb config --binary-images net --hostname live-machine --username live-user ...

    Una lista completa delle opzioni e' disponibile nel manuale di lb_config.

    5.1.2 Il comando lb build

    Il comando lb build legge la configurazione dalla directory config/ ed esegue ad un livello inferiore i comandi necessari a costruire il sistema live.

    5.1.3 Il comando lb clean

    Il compito del comando lb clean è di rimuovere diverse parti di una compilazione affinché quelle successive possano iniziare in un ambiente pulito.

    5.2 Il pacchetto live-boot

    live-boot è una raccolta di script che forniscono hook per initramfs-tools, utilizzato per generare un initramfs in grado di avviare sistemi live, come quelli creati da live-build. Questo include le ISO di Debian Live, archivi per l'avvio da rete e immagini per penne USB.

    All'avvio cercherà supporti in sola lettura che contengano una directory "/live" dove sia presente un filesystem root (spesso un'immagine compressa come squashfs). Se trovata, creerà un ambiente scrivibile usando aufs, per avviarsi da sistemi simili a Debian.

    Si possono trovare maggiori informazioni sui ramfs iniziali nel capitolo su initramfs del Debian Linux Kernel Handbook all'indirizzo ‹http://kernel-handbook.alioth.debian.org/›.

    5.3 Il pacchetto live-config

    live-config è costituito da script eseguiti all'avvio dopo live-boot per configurare automaticamente il sistema live. Gestisce attività quali impostare l'hostname, localizzazione e fuso orario, creare l'utente live, inibire compiti automatizzati tramite cron ed eseguire il login automatico dell'utente live.